Prefazione

< < < Homepage

Traduzione: Alberto Desogus

Poco più di due mesi dall’inizio dell’epidemia e dal progressivo blocco di attività non essenziali e movimenti in tutta Italia, ci stiamo preparando ad entrare nella fase detta della ripartenza (“Fase 2”). Quali saranno le conseguenze di un progressivo ritorno a una vita più “normale”? Il periodo estivo contribuirà a frenare l’epidemia? Oppure ci sarà la temuta seconda ondata – e quando?

È ovvio che non possiamo cullarci nel miraggio di un’imminente immunità collettiva. Non ci siamo ancora. Inoltre, l’infezione da SARS-CoV-2 è troppo pericolosa, causando non solo la polmonite, ma interessando anche altri organi. Che dire poi della possibilità di eventuali danni permanenti? Il vaccino è ancora lontano e, per ora, non abbiamo nessun farmaco miracoloso che possa darci una svolta nella terapia come la penicillina negli anni 40, gli inibitori della proteasi HIV negli anni 90 e gli antivirali ad azione diretta contro l’epatite C nell’ultima decade. Le misure di salute pubblica per la prevenzione delle infezioni restano per ora le sole strategie efficace.  Nella lotta contro il COVID-19 siamo ancora in alto mare, ogni risposta genera dieci nuove domande. Siamo solo all’inizio.

Bernd Sebastian Kamps & Christian Hoffmann

27 aprile 2020

 

Prefazione della prima edizione

Diciassette anni fa, nel bel mezzo dell’epidemia, abbiamo deciso di scrivere un breve testo medico sul dramma della SARS in corso, presentando i dati scientifici e fornendo aggiornamenti in tempo reale. Dopo aver pubblicato tre edizioni in 6 mesi, una rivista scientifica ha commentato che il nostro “SARSReference”  (www.sarsreference.com) non era “divertente”, ma presentava “molte informazioni”. Quando ci siamo resi conto della nuova epidemia di coronavirus a metà gennaio 2020, abbiamo immediatamente sentito che era giunto il momento di ripetere il nostro esercizio del millennio.

Mentre la SARS-CoV-2 sembra sotto controllo in Cina, l’epidemia si sta muovendo rapidamente verso ovest. Ciò che solo settimane fa sembrava un’impresa impossibile – imporre e applicare rigide misure di quarantena e isolare milioni di persone – è ora realtà in molti paesi. Le persone di tutto il mondo dovranno adattarsi ed inventare nuovi stili di vita in quello che è l’evento più sconvolgente dalla fine della Seconda guerra mondiale.

Riteniamo che la situazione attuale necessiti di un nuovo tipo di libro di testo. L’umanità sta affrontando una malattia sconosciuta e minacciosa che è spesso grave e fatale. I sistemi sanitari saranno sopraffatti. Non esiste un trattamento di provata efficacia e i vaccini non saranno presto disponibili. Una situazione del genere non si era presentata dalla pandemia di influenza del 1918.

Riteniamo che una mente lucida sia cruciale in tempi di eccessiva informazione, con dozzine di articoli scientifici pubblicati ogni giorno, notizie di centinaia di studi in programma o già in corso, ed i social media che mescolano dati concreti con voci e notizie false. Il noioso lavoro di screening della letteratura scientifica e dei dati scientifici deve essere svolto – regolarmente e costantemente – come un orologio svizzero.

Nei prossimi mesi, Covid Reference presenterà i dati scientifici disponibili nel modo più oggettivo possibile.

Come ricorda Science Magazine: Non è divertente.

Bernd Sebastian Kamps & Christian Hoffmann

29 marzo 2020